Le "Cure domiciliari" Le "Cure domiciliari"

Le "Cure domiciliari" sono un'attività svolta dall'ASL Salerno in collaborazione con i Comuni, diretta a persone che necessitano a domicilio di un insieme di prestazioni di varia natura (infermieristica, medica, riabilitativa, tutelare) definite in base al bisogno di assistenza, al quadro clinico e alla situazione sociale.  Spesso i percorsi domiciliari sono erogati a seguito di dimissione da reparti ospedalieri, se le condizioni cliniche sono stabili, per favorire la deospedalizzazione con il rientro a casa.

Come accedere

La richiesta di cure domiciliari può essere effettuata o dal Medico di famiglia, o dal Distretto, o dall'Ospedale o dal Servizio Sociale mediante un apposito strumento standardizzato, la "proposta d'accesso", che viene trasmessa per la valutazione all' UVI (Unità di valutazione integrata), una commissione formata da professionisti di più discipline.

L'UVI effettua una valutazione complessiva del caso, del grado di autosufficienza della persona e dei bisogni assistenziali della persona e del suo nucleo familiare e, quando valuta positivamente la richiesta, elabora un progetto personalizzato.

Il progetto personalizzato, in relazione al bisogno di salute della persona ed al livello di intensità, complessità e durata dell'intervento assistenziale, indica la tipologia delle prestazioni e delle attività e la frequenza degli interventi domiciliari dei singoli operatori (medico di famiglia, infermiere professionale, medico specialista, assistente sociale, operatore socio-sanitario, ecc.).

Per cure oncologiche, riabilitazione post-ospedale, ecc., che richiedono valutazioni molto rapide o cure immediate, si possono attivare provvisoriamente delle cure domiciliari infermieristiche in attesa della valutazione U.V.I. che definirà il progetto personalizzato.

Le sedi e i contatti per le "cure domiciliari" si possono trovare presso le unità operative "Geriatria, Cure domiciliari, Cure palliative" del proprio Distretto Sanitario di appartenenza per territorio.

A chi sono indirizzate

Le cure domiciliari sono, in linea di massima, indirizzate a:

  • persone con bisogno di continuità assistenziale con interventi programmati che si articolano su più giorni settimanali e che necessitano di prestazioni mediche anche specialistiche, infermieristiche e riabilitative e di assistenza;
  • persone affetti da lesioni da decubito in condizione di non autosufficienza, di complessità clinica e con patologie in atto o esiti delle stesse;
  • persone che necessitano di nutrizione parenterale od enterale domiciliare o necessitano di ventilazione meccanica, pazienti affetti da SLA e distrofia muscolare;
  • persone con patologie terminali, oncologici e non, o che necessitano di cure palliative.