tutela degli animali di affezione tutela degli animali di affezione

"Chiunque conviva con un animale d'affezione o abbia accettato di occuparsene è responsabile della sua salute e del suo benessere; deve provvedere alla sua sistemazione e a fornirgli adeguate cure e attenzioni, tenendo conto dei suoi bisogni fisiologici ed etologici, secondo l'età, il sesso, la specie e la razza". E' questo il principio ispiratore di numerose norme europee, nazionali e regionali tutte orientate ad una più corretta relazione tra l'uomo e gli animali da compagnia.

Video "I nostri amici a 4 zampe"

identificazione dei cani

In particolare per tutelare gli animali d'affezione e prevenire l'abbandono di cani l'Asl effettua l'iscrizione dell'animale all'anagrafe regionale www.anagrafecaninacampania.it.
L'iscrizione avviene tramite:

  • l'inserimento di un microchip sull'animale che identifica sia l'animale che il proprietario
  • l'immissione dei dati nell'anagrafe.

Successivamente è obbligatorio segnalare al servizio veterinario dell'ASL eventuale:

  • variazione del proprio domicilio,
  • smarrimento o furto del cane,
  • trasferimento del cane ad altro umano
  • morte del proprio cane

il microchip

Il microchip è un piccolo dispositivo elettronico, di forma cilindrica di circa 8/10 millimetri di lunghezza e 1/2 millimetri di diametro, rivestito in materiale biocompatibile che genera un  codice a 15 cifre.
Il microchip deve essere inoculato sottocute esclusivamente da un medico veterinario.
Presso i servizi veterinari dell'ASL Salerno l'inoculazione del microchip è gratuita. Contemporaneamente all'applicazione del microchip viene effettuata una visita all'animale anch'essa gratuita.
E' possibile effettuare l'inoculazione del microchip anche presso veterinari liberi professionisti a pagamento.

quando iscrivere il proprio cane all'anagrafe

L'iscrizione deve avvenire entri il termine di 60 giorni dalla nascita o dal possesso del cane.

se si trova un cane smarrito

Chi trova un cane smarrito può recarsi  presso i servizi veterinari dell'Asl o gli ambulatori veterinari privati muniti dell'apposito lettore di microchip. Attraverso il codice identificativo si potrà rintracciare il proprietario. 

obbligo e sanzioni

L'applicazione del microchip e la relativa iscrizione all'anagrafe per i cani è obbligatoria mentre per i gatti è su base volontaria.
La registrazione dei cani nelle banche dati regionali, che confluiscono in quella nazionale, è un obbligo del proprietario previsto dalla Legge n. 281 del 1991 (Legge quadro in materia di animali d'affezione e prevenzione del randagismo)  e dall'art. 4 della L.R. 16/2001 e in ultimo dalla Deliberazione Giunta Regionale n. 209 del 27/06/2014  (allegato).  
L'inosservanza di tale obbligo prevede la sanzione amministrativa del pagamento di euro 154,93.
Per mancata comunicazione del trasferimento di proprietà, della variazione del proprio domicilio, dello smarrimento o furto, del decesso del proprio cane si applica la sanzione amministrativa del pagamento di euro 309,27.