#manteniamociattivi #manteniamociattivi

post_manteniamoci_attiviLa U.O.S.D. Promozione della Salute con la presente sezione intende fornire un ulteriore supporto a tutta la popolazione in questa condizione prolungata di isolamento sociale.

Una situazione di emergenza in cui la popolazione  ha dovuto  modificare radicalmente le abitudini quotidiane, ritrovandosi a vivere in casa, più o meno isolati, anche la Promozione della Salute ha rimodulato attività, strategie e schemi di intervento.

Sul piano della Promozione della Salute, sicuramente, gli obiettivi da perseguire restano gli stessi, il mantenimento dello stato di benessere e la prevenzione di patologie evitabili attraverso la promozione e l'attivazione di comportamenti  sani nelle diverse fasce di popolazione. 
 
Prestare attenzione, anche in questa situazione, al mantenimento di un equilibrato stile di vita è molto importante per evitare che, una volta usciti dall'emergenza, ci ritroviamo a fare i conti, individualmente e come popolazione, con un incremento di tutte quelle malattie che sono favorite o aggravate dalle abitudini comportamentali scorrette, come il diabete, le malattie cardiovascolari, i tumori e le malattie respiratorie croniche.
 
E' fondamentale far leva sulle risorse personali, che permettono di approcciare l'attuale situazione in modo costruttivo. L'attenzione alla salute personale e familiare può rappresentare in questo momento un'opportunità sia per affrontare in modo positivo la complessità delle emozioni e degli stati d'animo, sia per gestire al meglio gli orari organizzando delle attività durante la giornata, con l'obiettivo di mantenere il benessere personale e familiare.

Un'alimentazione corretta, l'esercizio fisico, la cura del sonno, la limitazione del fumo e degli alcolici, una vita di relazione positiva nella famiglia e con le persone con cui si entra in relazione per motivi di studio o di lavoro, anche attraverso la scelta di attività piacevoli da fare insieme, i contatti a distanza con amici e parenti: sono tutte modalità per favorire un aumento del senso di autoefficacia e per ottenere vantaggi per la salute nella sua globalità.

La UOSD Promozione della Salute dell'ASL Salerno ha creato degli Spazi di comunicazione e di orientamento a cui far riferimento per ricevere supporto e consigli utili.
 
Per vivere bene e in buona salute bastano alcune semplici ma fondamentali regole, sulle quali Vi invitiamo a leggere alcuni approfondimenti dal titolo "Attività fisica e movimento - Emergenza COVID-19" ; "Sostegno psciologico a genitori e docenti - Emergenza COVID-19"; "Consigli per l'alimentazione - Emergenza COVID-19"pubblicati di seguito.
 

Attività fisica e movimento - COVID-19

Nella attuale prolungata condizione di isolamento sociale è opportuno attivare o mantenere alcune abitudini che permettono di scandire il tempo e di organizzare al meglio la giornata. Bisogna dedicarsi allo studio per il prosieguo dei programmi scolastici, ma anche ascoltare musica, leggere, praticare un hobby e soprattutto svolgere esercizio fisico e mantenersi attivi.
Per tale motivo, l'Istituto Superiore di Sanità (ISS), ha prodotto delle brevi schede scaricabili per trarre spunto su come fare attività fisica a casa in base alle diverse fasce di età.

Schede grafiche:

All'interno delle abitazioni è possibile individuare dei luoghi sicuri in cui poter svolgere delle attività trasversali con i fratelli/sorelle, i genitori, o altre persone che vivono in casa:

- ginnastica con la musica per mantenere allenate le capacità condizionanti il livello emotivo  per stimolare l'apparato cardiocircolatorio, respiratorio;
- vari tipi di ballo con tutorial o in video chat;
salto con la corda;
corsa sul posto;
esercizi  addominali (con l'utilizzo di un tappetino);

- allenamento con lo step (utilizzando  un gradino delle scale di casa o dei libri);
esercizi per le spalle (utilizzando un'asta);
esercizi per le gambe (stando seduti e alzandosi alternativamente poggiati ad un piano );
esercizi per le braccia (utilizzando bottiglie di acqua) e tanti altri esercizi attraverso siti web.

Terminando  con uno stretching di 5-10 minuti.

 

 

stretchingCon l'esercizio fisico aumentano le energie e lo stato di benessere generale, migliora la qualità del sonno, l'autostima, la fiducia in se stessi e si scaricano eventuali tensioni. 

Fare movimento anche a casa è un modo semplice ed efficace per gestire lo stress, rendere attiva la mente e reagir e al senso di costrizione e alla frustrazione, che la situazione attuale può generare.

In questo periodo, giochi di movimento, più o meno strutturati, svolti insieme, possono essere quindi molto utili per affrontare con maggiore serenità tale condizione: possono infatti aiutare ragazzi e genitori ad elaborare emozioni e vissuti a volte difficili da esternare che attraverso il gioco possono emergere.
Gli stessi ragazzi coinvolgendo i propri genitori  possono divenire loro tutor.

Inoltre  è importante  rispettare i ritmi veglia-sonno, limitare l'utilizzo della televisione, PC, tablet e cellulari a un massimo di 2 ore al giorno, oltre al tempo necessario per lo svolgimento dell'attività didattica.

A tal fine si consiglia di alternare i momenti di sedentarietà, soprattutto durante la didattica con pause attive, durante le quali gli insegnanti incoraggiano i ragazzi a svolgere attività fisica cosi da aumentare il livello di concentrazione e quindi il livello di apprendimento.

 

 

POSTURA CORRETTA - CONSIGLI PRATICI

Va considerata inoltre la mancanza, a casa,  di una scrivania e di una sedia adeguata  allo studente e di ausili utili al mantenimento di una postura corretta, ciò può contribuire a determinare uno  squilibrio della muscolatura che sostiene la colonna vertebrale, con conseguente minor elasticità, dolore e a volte atteggiamento di dorso curvo.

Il progetto dell'Asl Salerno "A spasso con la tua schiena" (clicca qui per consultare il progetto) presentato nel Catalogo Aziendale e svolto nelle scuola, contiene molte utili indicazioni per far fronte a questi possibili squilibri.

L'alleanza scuola/famiglia gioca ancora una volta un ruolo fondamentale.

E' molto importante che durante le video lezioni i docenti  adottino delle strategie adeguate a rendere ottimali tali attività e che verifichino anche la postura adottata dagli studenti.
Dall'altro che i genitori controllino devono osservare la seduta dei propri figli cercando di renderla comoda e adeguata anche con l'utilizzo di cuscini e/o anche di scatole per la corretta posizione delle gambe. Inoltre è necessario che lo strumento elettronico venga collocato frontalmente, all'altezza degli occhi utilizzando nel caso come rialzo dei libri.

Altrettanta importanza rivestono la musica e la lettura per favorire l'apprendimento e rilassamento; il disegno e la pittura per stimolare la creatività, e lo svolgimento di alcuni lavori domestici come spolverare, apparecchiare/sparecchiare la tavola, rifare il letto e ordinare la camera, lavare i vetri, occuparsi del giardino o del terrazzo, ecc

Inoltre si consiglia l'utilizzo del web per integrare l'attività didattica con altre attività culturali, come ad esempio visitare musei virtuali, scaricare libri e quotidiani, seguire opere teatrali, concerti  in web, apprendere a suonare uno strumento musicale, ecc.

Siti web:

Sostegno psicologico a genitori e docenti - Emergenza COVID-19

banner

La UOSD Promozione della Salute dell'Asl Salerno attiva uno Spazio di consultazione ed orientamento per supportare docenti e genitori in questo periodo di isolamento forzato imposto dall'emergenza Covid-19.

Il gruppo di esperti avrà il compito di supportare insegnanti e genitori di alunni degli istituti di ogni ordine e grado, facendoli sentire meno soli nel loro quotidiano compito di educatori-formatori, e di sostenere i loro figli-discenti, fornendo le indicazioni per un percorso scolastico salutare sia a livello emotivo che cognitivo.

Problematiche che si sovrappongono al già faticoso periodo di limitazioni che si sta vivendo, che produce anche perdita di certezze e di punti di riferimento.

Il servizio sarà disponibile per tutta la durata dell'emergenza.

Gli esperti dell'Asl Salerno potranno essere contattati tramite e-mail e\o utenza telefonica.

Il servizio si propone di fornire un adeguato strumento di sostegno per controllare tensioni, stress e ansie che possono essere generate dall'isolamento e/o dalla coabitazione coatta, e che producono effetti psicologici anche sullo svolgimento di lezioni e interrogazioni on line.

Per consultare l'elenco degli esperti clicca qui

Consigli per l'alimentazione - Emergenza COVID-19

La pandemia di COVID-19 ha cambiato notevolmente le nostre abitudini facendoci riscoprire una dimensione diversa del vissuto quotidiano e costringendoci, in pochissimo tempo, a riadattare il nostro stile di vita.

Costretti a stare in casa possiamo però cogliere l'occasione per trasformare questa situazione in una nuova opportunità di salute, modificando in meglio le nostre abitudini alimentari e limitando gli eccessi e i comportamenti alimentari errati che possono influire negativamente sulla salute.

Fino a qualche settimana fa i normali ritmi di vita spesso limitavano il tempo necessario alla cura dell'alimentazione nostra e dei nostri cari. Ora, invece, abbiamo l'opportunità di:

  • riservare più tempo alla preparazione dei pasti
  • dedicare tempo alla prima colazione e, se in casa abitano più persone, farla tutti insieme per condividere questo importante pasto della giornata
  • aumentare il consumo di quegli alimenti importanti nella nostra dieta, come per esempio vegetali e legumi che a volte, per motivi di tempo, non si preparano spesso.

Inoltre, avendo meno impegni e passando la maggior parte del tempo nella nostra abitazione, è possibile consumare la gran parte dei nutrienti nella prima parte della giornata, abitudine che può aiutare a ingrassare meno e a dormire meglio. Potendo pranzare a casa, è possibile fare scelte più in linea con le raccomandazioni nutrizionali nazionali e internazionali, evitando di mangiare di corsa, magari un panino. Un'alimentazione che comprenda una grande varietà di frutta, verdura, cereali integrali, quantità adeguate di proteine e acidi grassi essenziali fornisce tutti i nutrienti necessari per una buona salute.

Una sana alimentazione inizia già dalla prima infanzia e il latte materno, in questo senso, è la chiave per assicurare la crescita e lo sviluppo dei bambini. È quindi molto importante dedicare particolare attenzione a come mangiano i bambini in questo contesto casalingo forzato in cui il lungo tempo trascorso tra le mura domestiche potrebbe favorire la tendenza a una alimentazione disordinata. Un'attenzione particolare va, inoltre, dedicata agli anziani suggerendo loro non solo la scelta di alimenti sani ma anche piccoli accorgimenti che possono aiutare a rimanere più in salute (limitare il consumo di bevande alcoliche, ridurre il consumo di sale, ecc).

Cosa possiamo fare per mangiare meglio e rimanere in salute?
Aumentiamo la quota di alimenti vegetali nella nostra dieta. Più frutta e verdura e più legumi in ogni pasto della giornata. Ora abbiamo più tempo per preparali. Usiamoli come pietanza, come condimento (per esempio nei primi piatti), come snack (sgranocchiando carote, finocchi o mangiando pomodorini). In questo modo alleggeriremo l'apporto di calorie e miglioreremo la nostra dieta.

Tra i cereali privilegiamo quelli integrali che sono un valido alleato per la salute dell'intestino e tendono a saziare di più, aiuto efficace per mangiare meno.
Ricordiamoci che bere acqua è essenziale nel quadro del mantenimento dello stato di salute e che l'acqua, non avendo calorie, non fa ingrassare. Beviamo almeno 6-8 bicchieri di acqua al giorno anche se non percepiamo lo stimolo della sete. Cerchiamo di sostituire le bevande zuccherate con l'acqua o delle spremute o centrifughe di frutta fresca.
Se cuciniamo di più perché ci gratifica e rilassa, approfittiamone per utilizzare pochi grassi e diminuiamo il consumo di sale. Oppure se abbiamo voglia di sperimentare ricette, proviamo a sostituire gli ingredienti energetici (come la panna o cioccolata) con ingredienti più leggeri (come la ricotta o la frutta). Inoltre, cerchiamo di coinvolgere le persone che ci sono accanto, per condividere un'attività mantenendo, nel caso fossero bambini, tutti gli accorgimenti di sicurezza necessari.
Approfittiamo di questo momento per curare di più anche la varietà degli alimenti che portiamo in tavola giorno dopo giorno, alternando e combinando diversamente tra loro i vari gruppi di alimenti: questo aiuta a migliorare la qualità e il piacere dell'alimentazione, e può diventare occasione per far conoscere cibi diversi ai giovani.
Per i bambini inseriamo fra i 3 pasti principali della giornata un paio di spuntini leggeri, come uno yogurt, un frutto, una fettina di pane e marmellata, un paio di biscotti o, a volte, anche una piccola fetta di torta. Per gli adulti lo spuntino non è obbligatorio, specialmente se i pasti sono stati sufficienti a saziarci. Altrimenti, per arrivare al pasto successivo con il giusto appetito si può mangiare uno yogurt o un frutto.
Seguiamo le corrette norme igieniche per la manipolazione, preparazione e conservazione del cibo.


Cosa è importante limitare
Attenzione a cibi grassi, ad alimenti e bevande ricchi di zucchero, a un eccesso di carboidrati (pizza, pane, pasta, ecc), tutti alimenti ricchi di calorie per i quali il controllo delle quantità può essere difficile soprattutto quando si sta molto in casa. Attenzione anche agli snack salati che tendono a farci mangiare di più. Inoltre ricordiamoci che sale, zucchero e alcol non sono necessari, possono essere dannosi per la nostra salute e gli ultimi due sono anche ricchi di calorie: riduciamoli fino a eliminarli dalla nostra alimentazione.
Attenzione agli eccessi per tutti i tipi di alimenti e ai comportamenti che possono portare a squilibrare la nostra alimentazione. E dunque, un occhio particolare alle porzioni! Bisogna considerare che, poiché ci muoviamo di meno rispetto alla normale vita quotidiana, è opportuno ridurre le calorie che introduciamo con l'alimentazione. La porzione è uno standard che è importante conoscere perché ci aiuta a moderarci. Una porzione di pasta ad esempio corrisponde a 80 g (a crudo), che sono circa 50 penne o fusilli; una porzione di mozzarella è di 100 g, una porzione di pane sono 50 g, cioè un panino piccolo. Cerchiamo quindi di diminuire calorie e porzioni e facciamo un po' di esercizio fisico anche nelle nostre abitazioni.
Attenzione a non esagerare nel riempire frigo e dispensa. L'eccesso di prodotti alimentari che abbiamo in casa può concorrere ad accumulare spreco o a consumare cibo in abbondanza per evitare di buttarlo, entrambi comportamenti sbagliati. Inoltre, accaparrando cibo in grandi quantità magari ne limitiamo la disponibilità a chi ne ha bisogno perché può andare a fare la spesa meno frequentemente. Attenzione, inoltre, ai cibi in scatola: sono comodi e pratici ma spesso ricchi di sale e possono contenere additivi.
Attenzione a non rendere la postazione di lavoro di casa un tavolo pieno di snack dolci o salati da spilluzzicare continuamente. Questo periodo può consentire di riequilibrare i pasti della giornata, restituendo valore a due dei pasti principali della giornata: la colazione e il pranzo. Per una migliore efficienza del nostro metabolismo, facciamo una cena più leggera.
Attenzione a non credere che esista un integratore che possa sostituire una dieta bilanciata o che gli integratori di vitamine proteggano dalla COVID-19, così come da altre malattie.

Scheda grafica