Organi consultivi Organi consultivi

La Conferenza dei Servizi
Al fine di verificare l'attuazione della "Carta dei Servizi", di rendere noti i dati relativi all'andamento dei servizi erogati dall'Azienda e di controllare lo stato di attuazione degli obiettivi ed il grado di raggiungimento degli standard, il Direttore Generale convoca la Conferenza dei Servizi a cui partecipano anche i rappresentanti delle associazioni che hanno stipulato convenzioni o protocolli d'intesa con l'Azienda.
 
La Consulta Socio-Sanitaria
L'Azienda istituisce la Consulta Socio-Sanitaria quale organismo per la partecipazione e la tutela dei diritti dei cittadini.
La Consulta Socio-Sanitaria, in particolare:
- fornisce contributi per la programmazione sanitaria e socio sanitaria;
- elabora proposte finalizzate al miglioramento della qualità e dell'umanizzazione dei servizi;
- favorisce la partecipazione consapevole degli utenti e delle forze sociali attraverso dibattiti ed altri mezzi adeguati;
- promuove programmi di educazione sanitaria e collabora per favorire la corretta utilizzazione, da parte dell'utenza, dei servizi e delle prestazioni sanitarie;
- promuove iniziative volte all'attivazione di sistemi di informazione sulle prestazioni erogate, sulle tariffe e sulle modalità di accesso;
- promuove progetti di indagine di gradimento, nonché programmi di ricerca sugli eventi avversi e sulle criticità nell'erogazione dei servizi;
- partecipa alla Conferenza dei Servizi di cui all'articolo 14, comma 4, del D.lgs. n. 502/92 e s.m.i.
La Consulta si riunisce su convocazione del Direttore Generale o suo delegato che la presiede.
La Consulta Socio-Sanitaria è costituita da:
- il Direttore Sanitario Aziendale;
- i Direttori di Distretto;
- il Comitato di rappresentanza dei Sindaci;
- due rappresentanti degli organismi di volontariato maggiormente rappresentativi nell'azienda;
- due rappresentanti degli organismi di tutela dei diritti dei cittadini maggiormente rappresentativi nell'azienda;
- due rappresentanti delle OO.SS. maggiormente rappresentative;
- il Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Comunicazione-Urp;
La Consulta Socio-Sanitaria è costituita con provvedimento del Direttore Generale e dura in carica due anni. Il suo funzionamento è disciplinato da apposito Regolamento Aziendale. Per particolari esigenze, legate alle specificità del territorio aziendale, il Direttore Generale si riserva, nel provvedimento di costituzione della Consulta, di prevedere la partecipazione di altri soggetti istituzionali.
 
Audit Civico
L'Azienda ritiene che l'Audit Civico rappresenti uno degli strumenti primari per consentire ai cittadini la partecipazione alle politiche sanitarie aziendali. Esso è, infatti, una ulteriore metodologia che ha la finalità di promuovere la valutazione, da parte dei cittadini, della qualità delle prestazioni rese dall'Azienda. L'Audit Civico si struttura in un vero e proprio processo le cui fasi sono le seguenti:
- definizione di indicatori condivisi tra cittadini e referenti aziendali delle modalità di raccolta dati;
- confronto degli stessi con le informazioni tratte da altri sistemi di monitoraggio delle strutture e dei servizi, quali, ad esempio, l'accreditamento, le segnalazioni dei cittadini, la documentazione riguardante delibere e provvedimenti aziendali, le liste di attesa e la consultazione delle organizzazioni civiche;
- analisi degli scostamenti rispetto agli standards qualitativi;
- soluzioni migliorative.
L'Azienda si impegna a promuovere, in via sperimentale, progetti di Audit Civico, coordinandoli con le iniziative che saranno assunte a livello regionale.
 
Trasparenza e Integrità
L'Azienda, attribuisce particolare rilievo al tema della trasparenza e dell'integrità, intesa nella sua accezione di "accessibilità totale delle informazioni, concernenti ogni aspetto dell'organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all'utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali e dei risultati dell'attività di misurazione e valutazione". Per la concreta attuazione del principio di Trasparenza previsto dall'art. 117 della Costituzione, l'Azienda predispone il "Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità", così strutturato:
1) selezione dei dati da pubblicare;
2) descrizione delle modalità di pubblicazione on-line dei dati;
3) descrizione delle iniziative;
4) sezione Programmatica;
5) collegamenti con il piano della performance;
6) descrizione del processo di coinvolgimento dei portatori di interesse (stakeholders);
7) posta elettronica certificata;
8) giornate della trasparenza.
 
Per quanto attiene al buon andamento dei servizi erogati e alla corretta gestione delle relative risorse, la prevista pubblicazione on-line dei dati consente a tutti i cittadini un'effettiva conoscenza dell'azione dell'Azienda. L'Azienda è già impegnata a garantire un corretto livello di trasparenza mediante la pubblicazione sul proprio sito web istituzionale delle procedure gestionali ed amministrative, dei dati organizzativi, anagrafici, economici, retributivi, presenza/assenza degli operatori. In quest'ottica, sarà avviato il sistema delle prenotazioni e del pagamento ticket on-line, della scelta e revoca online dei MMG e dei PLS. È istituito l'Albo Pretorio Digitale e resa concretamente operativa la Posta Elettronica Certificata. Sono predisposte apposite sezioni per la pubblicazione dei tempi di attesa, delle informazioni per l'utenza sull'offerta sanitaria e socio-sanitaria, della modulistica, delle news, bandi, avvisi, concorsi.